Convegno 2016 - Fondazione Valentino Pontello Onlus

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Convegno 2016

Rassegna Stampa
Convegno 19 novembre 2016
Il progetto di vita della persona con disabilità
DISABILITÀ: TELESCA, PRONTI AD ISTITUIRE OSSERVATORIO REGIONALE

Majano (UD), 19 novembre - "Siamo pronti a recepire la Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità e ad istituire un Osservatorio regionale dedicato".

Lo ha affermato l'assessore regionale alla Salute del Friuli Venezia Giuila Maria Sandra Telesca, intervenendo al convegno su Il progetto di vita della persona con disabilità: un percorso inclusivo verso l'autodeterminazione organizzato dalla Fondazione Valentino Pontello Onlus e dall'associazione Il Samaritan Onlus in collaborazione con il Comitato delle Organizzazioni del Privato Sociale per l'assistenza residenziale e diurna delle persone con disabilità (COPS).

"Sono entrate in vigore delle leggi nazionali importanti sul tema, fra le quali - ha evidenziato Telesca - quella sul Dopo Di Noi che ci mettono nella condizione di fare un passo innovativo nella presa in carico delle persone con disabilità - ha riferito Telesca. La Regione da anni presta attenzione a questo tipo di fragilità ma oggi vogliamo guardare avanti perché anche le modalità vanno cambiate: non più forme assistenziali ma progetti personalizzati per migliorare l'autodeterminazione e l'inclusione di queste persone".

Per dare seguito a questa volontà, l'assessore ha indicato come la Regione sia pronta a recepire la Convenzione ONU e a istituire un Osservatorio regionale.

Il convegno, che si è tenuto nell'Auditorium comunale di Majano, è stato incentrato sul progetto di vita delle persone con disabilità da realizzare nel rispetto dei propri diritti, bisogni e aspirazioni, attraverso un percorso inclusivo di autonomia e di autodeterminazione, condiviso dalle famiglie e dalla comunità.

I promotori dell'evento da novembre 2015 sono membri del COPS, costituito da undici realtà che operano in convenzione con le Aziende per l'Assistenza Sanitaria (AAS) e gestiscono dei centri in cui sono ospitate oltre duecento persone diversamente abili.

Telesca ha voluto ringraziarli per la capacità di fare rete anche con le altre associazioni e per la collaborazione con le istituzioni da cui possono nascere le nuove progettualità.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu